Il solo trattamento efficace della stenosi aortica severa è la sostituzione della valvola aortica malata1

Per saperne di più sulla valutazione dei pazienti affetti da stenosi aortica severa per l’impianto transcatetere della valvola aortica (TAVI), sul ruolo del Heart Team e sull’impatto delle Linee guida 2017 dell’ESC/EACTS (European Society of Cardiology/European Association for Cardio-Thoracic Surgery).

Il ruolo del Heart Team

Secondo le Linee guida 2017 dell’ESC/EACTS per la gestione della valvulopatia, la sostituzione della valvola aortica (AVR) è indicata nei pazienti con stenosi aortica severa sintomatica e nei casi di stenosi aortica a basso flusso, a basso gradiente, a meno che le possibilità di miglioramento della qualità di vita o di sopravvivenza siano ridotte.1 L’AVR chirurgica (sAVR) va inoltre presa in considerazione per i pazienti asintomatici per i quali i criteri per questa modalità di trattamento siano soddisfatti, in base alla definizione delle Linee guida 2017 dell’ESC/EACTS.1

Visualizzare la brochure Overview of Aortic Stenosis

Gli interventi alla valvola aortica devono essere eseguiti esclusivamente presso centri in cui sia assicurata una collaborazione tra reparto di cardiologia e reparto di cardiochirurgia. Dopo la diagnosi, inviare i pazienti in un centro specializzato nelle valvulopatie assicura che il Heart Team multidisciplinare, esperto nelle valvulopatie, possa determinare il tipo di intervento più adatto. Al processo decisionale collaborativo devono partecipare anche il paziente, la sua famiglia ed il cardiologo che ha inviato il paziente.1

Team cardiaco multidisciplinare
Cardiologi
Chirurgo cardiaco
Specialisti di imaging
anestesisti
Medici di medicina generale
gerontoiatra
Elettrofisiologia

Quando è opportuno praticare la TAVI?

La decisione di utilizzare la sAVR o la TAVI viene presa dal Heart Team. La decisione dipende dal rischio chirurgico stimato e si basa sulle caratteristiche cliniche del paziente, sugli aspetti anatomici e tecnici, nonché su qualsiasi condizione cardiaca coesistente che può richiedere un intervento concomitante.1 Secondo le Linee guida 2017 dell’ESC/EACTS, il Heart Team può ritenere la TAVI o la sAVR un’opzione appropriata nei pazienti ad aumentato rischio chirurgico, con una preferenza per la TAVI nei pazienti di età ≥75 anni. Per i pazienti non idonei o per i quali l’intervento a cuore aperto rappresenti un alto rischio a causa di comorbilità, la TAVI è l’opzione di trattamento raccomandata.1

Per informazioni aggiornate sull’intervento raccomandato secondo le Linee guida 2017 dell’ESC/EACTS per la gestione della valvulopatia:

Ordinare l’infografica “Valvular Heart Disease – 2017 ESC/EACTS Guidelines”

Come viene eseguita la procedura TAVI?

Il ricorso alla TAVI nei pazienti con stenosi aortica severa aumenta di anno in anno. In Europa, tale crescita si è tradotta in 39.931 procedure TAVI eseguite nel 2016 rispetto alle 10.660 del 2012 2, ed in seguito all’aumento del gruppo di pazienti idonei al trattamento con TAVI transfemorale,1 il numero aumenterà probabilmente ancora nel prossimo decennio, facendo della TAVI il trattamento standard per molti pazienti affetti da stenosi aortica severa.3

La procedura TAVI può essere eseguita mediante diverse vie d’accesso, più spesso mediante approccio transfemorale (utilizzato in più del 90% dei pazienti nella maggior parte dei centri),4 possibile quando il paziente presenta un’anatomia ileo-femorale idonea e non soffre di altre malattie vascolari.5

Miglioramenti iterativi riguardo alla valvola TAVI ed ai sistemi di rilascio hanno contribuito all’aumento dei pazienti idonei alla TAVI transfemorale ed al numero di procedure TAVI.3 Ad esempio, negli studi clinici PARTNER di Edwards, l’idoneità alla TAVI transfemorale è aumentata dal 70% con la valvola6 Edwards SAPIEN al 76% ed all’88%, rispettivamente, con le valvole8 Edwards SAPIEN XT 7 e SAPIEN 3.

*I modelli da 20, 23 mm e 26 mm di Edwards SAPIEN 3 sono compatibili con l’introduttore eSheat 14F. La valvola Edwards SAPIEN 3 da 29 mm richiede l’introduttore eSheat 16F. Edwards SAPIEN, Edwards SAPIEN XT, Edwards SAPIEN 3 e eSheath sono marchi commerciali di Edwards Lifesciences Corporation o delle sue affiliate. Le date fanno riferimento all’approvazione del marchio CE.

Vedere qui di seguito per una panoramica dell’approccio transfemorale della TAVI con tecnologia espandibile su palloncino.

TApproccio transfemorale

Nell'approccio transfemorale, la valvola viene inserita con un catetere attraverso l'arteria femorale.

Watch procedure

La TAVI può essere vantaggiosamente paragonata alla chirurgia

La TAVI apporta un sollievo dei sintomi sia a breve che a lungo termine, nonché un’aspettativa di vita ed una qualità di vita migliori. Rispetto alla chirurgia a cuore aperto, la TAVI può offrire i vantaggi seguenti:

  • è meno invasiva9
  • è una procedura più breve10
  • riduce il tempo di permanenza del paziente in terapia intensiva7
  • assicura un minor tempo di recupero11
  • provoca meno dolore ed abbrevia la degenza12, 13
  • offre un più rapido miglioramento della qualità di vita13

La TAVI presenta un minor rischio di eventi cerebrovascolari e cardiaci avversi.14

È stata inoltre dimostrata una longevità della valvola in controlli successivi fino a 5 anni.6, 15