La stenosi aortica è una malattia comune, debilitante, che compromette gravemente l'aspettativa di vita nel momento in cui insorgono i sintomi1

Ciononostante, molti pazienti non vengono diagnosticati, oppure, in seguito alla diagnosi, non vengono trattati rapidamente. Prosegua la lettura per ulteriori informazioni sui dati demografici e l’impatto della stenosi aortica, e sull’importante ruolo che Lei può svolgere nella scoperta, la diagnosi e il trattamento.

Dopo i 75 anni, 1 persona su 8 è affetta da Stenosi Aortica2

Sia in Europa che nel Nord America, la stenosi aortica è la valvulopatia primaria più diffusa tra le persone anziane, la cui prevalenza continua ad aumentare a causa dell’invecchiamento della popolazione.3

La prevalenza della stenosi aortica aumenta con l’età ed è notevolmente maggiore nella popolazione anziana (65 anni e oltre). Studi epidemiologici mostrano che nei pazienti di età superiore a 75 anni, la prevalenza della stenosi aortica sale ad una persona su otto.2

La stenosi aortica riduce spesso le normali attività quotidiane4

I pazienti con stenosi aortica severa sviluppano spesso sintomi che ne compromettono le normali attività quotidiane.4 Molti pazienti, tuttavia, possono inizialmente essere asintomatici, in quanto tendono ad adattare il proprio modo di vivere per ridurre l’impatto dei sintomi. Un test da sforzo, comunque, può smascherare i sintomi in una percentuale fino al 37% dei pazienti affetti da stenosi aortica severa.5

I pazienti possono non riferire i loro sintomi

Il primo passo nel trattamento della stenosi aortica consiste nel diagnosticarla. Molti pazienti possono non segnalare i sintomi che avvertono, in quanto si sono abituati a compensarli. Il Suo paziente ha presentato sintomi specifici quali dispnea da sforzo, sincope cardiaca o angina pectoris? Ponendo le domande giuste e discutendo con il paziente è possibile ottenere indizi essenziali per rilevare la stenosi aortica.

I pazienti con stenosi aortica severa hanno, se non trattati, un'aspettativa di vita molto ridotta1

Benché i pazienti possano vivere per molti anni con una stenosi aortica asintomatica, quando i sintomi della malattia si sviluppano e diventano evidenti, la necessità di trattamento diviene urgente.

Non appena si sviluppano i sintomi descritti in precedenza, l’aspettativa di vita del paziente si riduce drasticamente.1 Senza sostituzione della valvola aortica, nei pazienti affetti da grave stenosi aortica, i tassi di sopravvivenza sono solo del 50% a 2 anni dall’insorgenza dei sintomi e del 20% a 5 anni.6

Benché il trattamento possa migliorare la sopravvivenza, la maggior parte dei pazienti che soffrono di stenosi aortica severa non ricevono trattamento4, 7-12

Nonostante l’esito negativo per i pazienti affetti da stenosi aortica severa sintomatica che non vengono trattati, e l’impatto significativo sulla loro qualità di vita, un’alta percentuale di pazienti non ricevono trattamento. Numerosi studi hanno messo in luce quanto detto sopra, indicando che almeno il 40%, se non addirittura il 60% dei pazienti, non vengono sottoposti a sostituzione della valvola aortica.4, 7–12 La sostituzione della valvola aortica consentirebbe a molti di questi pazienti con stenosi aortica severa non trattati di beneficiare sia del miglioramento della qualità di vita che dell’aumento dell’aspettativa di vita.13

I medici di base svolgono un ruolo essenziale nell’orientare i pazienti verso di Lei per la diagnosi – li aiuti a capire quando devono ascoltare, sospettare e riferire.

Per facilitare la diagnosi della stenosi aortica, Edwards Lifesciences ha elaborato una risorsa specificamente destinata ai imedici di base

www.listentotheheart.co.uk